giovedì 4 settembre 2008

IL PD, FRANCESCHINI E IL FUTURO DI BERLUSCONI di VICTOR DI MARIA


''Il Congresso e' una perdita di tempo'':cosi' il vice segretario del Pd Franceschini respinge al mittente la richiesta degli ulivisti. Dal palco della Festa del Pd spiega: 'nessuno contesta la leadership di Veltroni ne' la linea politica, quindi il congresso anticipato e' una perdita di tempo. Veltroni ha ricevuto il mandato a costruire un partito nuovo e questo richiede degli anni'.E a D'Alema che li sollecita a darsi una mossa: 'dirigenti e migliaia di militanti se la sono data da mesi'.
Questa notizia diffusa dall'Ansa ripropone la questione della rappresentatività democratica di chi, a capo di un partito, si sente legittimato a parlare in nome e per conto della gente che in quel partito si è riconosciuta.
Ciò che è stato prima delle elezioni non è più, caro Onorevole Franceschini. Il PD, piaccia o non piaccia, ha perso le elezioni e chi ha condotto lo stesso partito è uscito totalmente deleggittimato da un voto che ha bocciato quella proposta.
Ma a lei, Onorevole, interessa mantenere una posizione di leader all'interno di quel partito, a prescindere. Sono convinto che se la sua idea rappresenta l'idea della maggioranza dei dirigenti di questo partito, bè, il Cavaliere Berluscono avrà vita difficile. Difficilmente riuscirà a mettersi in pensione.
Victor Di Maria

Nessun commento:

LIBERI DI CONFRONTARSI

La mia foto

La libertà una conquista da difendere a tutti i costi