martedì 19 luglio 2016

CARTELLA DI PAGAMENTO ANNULLATA: LA COMMISSIONE TRIBUTARIA ACCOGLIE LA TESI DI DI QUESTA DIFESA.


Annullamento dell’atto di intimazione di pagamento di importo superiore a 140.000 euro per mancanza di chiarezza e di motivazione dell’atto (così come stabilito dall’art. 7 L. 212/2000) con particolare riferimento alla distinzione tra capitale, interessi di mora e aliquota applicata. Condanna anche al pagamento delle spese.
Nel 2015 veniva notificata una intimazione di pagamento da parte di Riscossione Sicilia e avverso tale atto questo studio professionale, incaricato dal contribuent, impugnava il suddetto atto adducendone la nullità per omessa motivazione dell’atto stesso: “il totale dovuto risulterebbe calcolato senza che vi sia esplicato il metodo seguito e l’iter logico del calcolo effettuato”.
La Commissione Tributaria accoglie il ricorso.
Annulla l’atto impugnato e condanna l'Ente di Riscossione al pagamento delle spese di lite.
Dott. Victor Di Maria

Nessun commento:

LIBERI DI CONFRONTARSI

La mia foto

La libertà una conquista da difendere a tutti i costi